Cancellazione affrettata? Problemi di bootloader?

27 12 2007

tux-boot.gifScenario tipo: preso dall’euforia e da un’ insana voglia di sperimentare il nostro eroe destina una partizione del suo pc o laptop per una distribuzione Linux bella nuova fiammante. Poi purtroppo accade qualcosa che non gli piace, che non gli riesce ed è costretto a utilizzare di nuovo Windows. Lì, nel grembo del SO di casa Microsoft, nonostante i virus che pressano alla porte del suo cedevole firewall e scvhost che occupa il 99% della CPU, si sente più sicuro e pentito del passo fatto. Allora impugna con decisione il mouse e fa un sol boccone delle partizioni Linux. Ahhh…. Che sollievo, dice lui. L’indomani accende fiero il pc …e…non parte più.

Perché? Ovviamente perché quando è stata cancellata la partizione di Linux, direttamente da Win, non è stato riparato il Master Boot Record, dove c’era quel filettino piccino che puntava al bootloader (installato, invece, sulla partizione del sistema). Come si esce da questo stallo?

Prendete il vostro cd di win e accedete alla console di ripristino premendo R. Quindi digitate

fixboot c:

e rispondete sì alla domanda del sistema (un aneddoto: l’ultima volta io ci sono stato 5 minuti a premere Y per yes prima di ricordarmi che il sistema era in italiano e aveva bisogno di una S per il ….). Quindi fate

fixmbr

e premete S per accettare di nuovo. Fatto. Al nuovo riavvio, tutto Ok.

Annunci

Azioni

Information

5 responses

21 01 2008
Antonio

Mi è capitato qualcosa di simile anche a me, ma purtroppo nonostante abbia usato i comandi fixboot, fixmbr, bootcfg /rebuild, chkdsk /p /r, quando il computer si avvia, dopo le prime schermate del bios, diventa tutto nero e non c’è modo di farlo partire…hai qualche idea di come posso risolvere questo “problemuccio”? a il mio hardisk ha 2 partizioni e nella seconda ho 80 GB di dati che non vorrei proprio perdere.

22 01 2008
pochigiorni

Ma quale era la tua situazione precedente? Se avevi o hai ancora una distro Linux su una partizione potresti sempre ripristinare GRUB servendoti di una distribuzione Live (che, nella peggiore delle ipotesi, ti consentirebbe peraltro di recuperare i dati). Con un CD Live (magari Ubuntu, che ti monterebbe le partizioni in automatico…) entri in un terminale ed esegui
cd /boot/grub
grub
root (hdX,Y) #sostituire X,Y con i numeri giusti del tuo disco e della partizione di avvio
setup (hdX)
exit

Forse una soluzione migliore sarebbe mettere tutto grub su un floppy.Nel caso, qui trovi un’ottima guida per tutte le problematiche legate a GRUB.Spero aiuti!

28 06 2008
gigi

Grazie :)))))))))))

17 11 2008
Tommy

ciao purtroppo preso dall’euforia ho cancellato linux malamente e quindi anche il bootloader, per intenderci sono andato da Pannello di Controllo -> Strumenti di Amministrazione -> Gestione Computer -> Gestione Disco.

Qui ho cancellato la partizione linux dimenticando che cancellavo pure MBR.

Quindi ora non accedo piu’ alla partizione di Windows XP. Per poter accedere di nuovo a XP senza dover formattare tutto la soluzione con il CD di windows XP dovrebbe funzionare…

8 03 2009
Backup e ripristino del Bootloader: precauzione importante. « L’informatico inesperto

[…] e ripristino del Bootloader: precauzione importante. 8 03 2009 In un precedente articolo avevo affrontato l’annoso problema della riparazione bootloader qualora si fosse cancellata […]




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: