Cancellazione affrettata? Problemi di bootloader?

27 12 2007

tux-boot.gifScenario tipo: preso dall’euforia e da un’ insana voglia di sperimentare il nostro eroe destina una partizione del suo pc o laptop per una distribuzione Linux bella nuova fiammante. Poi purtroppo accade qualcosa che non gli piace, che non gli riesce ed è costretto a utilizzare di nuovo Windows. Lì, nel grembo del SO di casa Microsoft, nonostante i virus che pressano alla porte del suo cedevole firewall e scvhost che occupa il 99% della CPU, si sente più sicuro e pentito del passo fatto. Allora impugna con decisione il mouse e fa un sol boccone delle partizioni Linux. Ahhh…. Che sollievo, dice lui. L’indomani accende fiero il pc …e…non parte più.

Perché? Ovviamente perché quando è stata cancellata la partizione di Linux, direttamente da Win, non è stato riparato il Master Boot Record, dove c’era quel filettino piccino che puntava al bootloader (installato, invece, sulla partizione del sistema). Come si esce da questo stallo?

Prendete il vostro cd di win e accedete alla console di ripristino premendo R. Quindi digitate

fixboot c:

e rispondete sì alla domanda del sistema (un aneddoto: l’ultima volta io ci sono stato 5 minuti a premere Y per yes prima di ricordarmi che il sistema era in italiano e aveva bisogno di una S per il ….). Quindi fate

fixmbr

e premete S per accettare di nuovo. Fatto. Al nuovo riavvio, tutto Ok.

Annunci







%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: