Gestire le credenziali nella cache di Windows

21 02 2016

Dai tempi dei tempi una grandissima seccatura sono le credenziali in cache del sistema operativo. Negli ambienti windows soprattutto, l’OS cerca innanzitutto di autenticare (su applicazioni web, share di rete ecc) l’utente loggato in quel momento. Se questo tentativo fallisce windows passa alle credenziali in cache e, se anche questo  non riesce, allora riceviamo il prompt per l’autenticazione.

Talvolta capita pero che l’autenticazione automatica che avviene grazie alle credenziali in cache non porti gli effetti sperati. In tal caso e’ utile eliminare il login in questione in modo tale da forzare la richesta di nome utente / password.

Il mio metodo preferito per ottenere questo scopo e’ di lanciare da linea di comando ( o dalla finestra esegui  apribile via tasto Windows +R)

rundll32.exe keymgr.dll, KRShowKeyMgr

Dopo aver premuto enter si aprira’ il gestore delle credenziali e potremmo rimuovere il login indesiderato.

storedCreds

Il comando e’ valido su tutte le versioni di Windows almeno a partire da Windows 7.





xVideoServiceThief: scarichiamo video clip da più di 76 siti diversi

27 06 2010

Il nome dice tutto. Il software è un ladrone di video clip. Youtube, Vimeo, Video MySpace ed altri ( la lista arriva a 76 siti): se vedete un filmato che vorreste guardare con calma offline, potete scaricarlo con xVideoServiceThief. E’ disponibile per Windows, Mac e Linux. Converte le clip nei formati più diffusi in modo da facilitarne la fruizione qualsiasi sia il media da voi scelto. Completo di download manager per interrompere e riprendere lo scaricamento con comodità, di auto-aggiornamento appena il software è rinnovato e di funzionalità drag&drop. Si scarica da qui ed è gratis.





A proposito di Media Server…

11 07 2008

Preso dall’euforia dopo l’installazione di Fuppes ho tentato di colmare il mio ritardo sull’argomento media servers. Allo scopo segnalo questa pagina dove viene fatto un raffronto degli attuali media servers, su quale OS girano, se sono free o a pagamento e quali caratteristiche hanno. Io ho provato Tversity per Windows. Molto completo, ma IMHO molto più complesso (leggi incasinato) di Fuppes!





Un software per Euro 2008.

9 06 2008

Ci siamo! Manca poco al debutto dell’Italia!! La febbre da Europeo è al culmine e ci vuole assolutamente un software che ci aiuti a monitorare tutti i risultati e i gironi, dotato di un calendario e possibilmente che si aggiorni via web semplicemente con un click. Insomma, ci vuole Euro2008. Disponibile per Win, Mac e Linux.

E’ il programma di Pier Luigi Covarelli, che già sviluppò Germany2006. E’ gratis anche se le donazioni sono ben accette!

Disponibile in Italiano ed in Inglese!





Leggere files .chm con il Mac

10 02 2008

Capita talvolta di “trovare” (e il più delle volte meglio non chiedere dove) certi ebook in un formato poco noto: il .chm.

Si tratta in realtà di una tipologia di html, usato per lo più per le pagine dell’help di Windows (infatti sta per Microsoft Compiled HTML Help). Se ci troviamo con uno dei suddetti file tra le mani in un ambiente Apple, ci vuole Chmox, gradevole e leggero programmino per la visualizzazione dei suddetti file.

Ed è gratuito!





Guai in Vista

11 11 2007

ubuntulogo.png Ho sempre ritenuto incredibile che Windows sia il sistema operativo dominante nel mercato mondiale. Ovviamente la ragione si trova incisa tra le lettere della parola “mercato”. Trovare lo stesso SO in pratica sulla quasi totalità dei computer acquistabili, avrà portato a qualche risultato.

Certo è che, a mio avviso, si profilano tempi duri per il SO operativo di zio Bill. Sono sempre stato un utente della mela morsicata ma ho anche usato Windows XP per vari annetti. Ed ho sempre avuto sotto gli occhi l’abissale differenza tra i due sistemi operativi.

Ora il fatto è che Vista avrà sicuramente introdotto una notevole serie di migliorie, grafiche,funzionali e di sicurezza. Ma Leopard pare essere un sistema pazzesco. Però, per averlo, si sa, ci vuole un Mac, che costa il doppio di un normale PC. E allora Ubuntu?

Non dico GNU/Linux. Dico proprio Ubuntu. L’ultima realease, Ubuntu 7.10 Gutsy Gibbon è fenomenale. Non necessità di alcuna conoscenza specifica, è gratuitissima ( nel senso che si può scaricare gratuitamente o richiedere un CD spedito a casa senza spese, gli aggiornamenti sono gratuiti ed i programmi pure) è piena di software e funziona alla grande.Ditemi voi perché dovrei comprare un sistema Windows, a patto che non abbia specifiche esigenze professionali che mi obbligano all’utilizzo di un dato software (e d’altronde sono pochissimi gli applicativi privi di una controparte gratuita). Io non comprerei mai più un computer Win.

E se guardassi al risparmio, allora neanche più un computer Apple.








%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: